Caffè del Giovedì 21 ottobre

Giovedì 21 Ottobre 2021 ore 18,00
Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Incontro con l’autore

Carlo Pellacani

Silvio D’Arzo, una vita in prestito
La biografia del grande scrittore reggiano

Coordina l’evento:
Massimiliano Manzotti

 Anteprima della seconda edizione di Il figlio di Linda. La vita breve di Ezio Comparoni – Silvio D’Arzo di Carlo Pellacani (pp. 512, Consulta libri, 2021).

Carlo Pellacani, giornalista dal 1966 e appassionato d’arte e di storia, ha svolto una significativa carriera in aziende di credito interregionali. Socio della FAR, si dedica, da un decennio, alla divulgazione e alla valorizzazione del lascito poetico di Ezio Comparoni (Silvio D’Arzo). Ha condiviso per molti anni l’attività dell’Associazione Reggiana Stampa ed ha svolto volontariato in organizzazioni assistenziali e di servizio civile e culturale (fra cui il Club per l’Unesco di Modena fino al 2020). Dal 2012 è consigliere nazionale di Assodirbank. Tra le sue opere meritano un cenno: Musei nascosti (1997), Capolavori ritrovati (1999), Capolavori d’arte tra Reggio e Modena (2001), Il sogno dell’alternativa (2002), Don Pasquino Borghi, missionario in Africa (2004), Immagini della Romania (2005), La Pieve di Fosdondo. Storia e restauri (2006), Per il Museo del Tricolore (2007), Egidio Giaroli. Scultore per due papi (2007), Il dilemma del Correggio (2008), Silvio D’Arzo, esule nella sua terra (2013) e Silvio D’Arzo, appunti per una biografia (2019).

La biografia dello scrittore reggiano si basa su decine di testimonianze, documenti d’archivio, scritti di studiosi e dello stesso autore che s’innestano nel contesto storico di un trentennio drammatico di vita reggiana. Redatta nel ricordo di Luciano Serra e di Luigi Alpi, l’opera è corredata di analisi grafologica della scrittura di Comparoni e di sua madre Linda (realizzata nel 2002 da Giovanna Malanca).

La seconda edizione dell’opera approfondisce aspetti dell’esperienza militare dello scrittore (a Avellino e Barletta) e i rapporti che egli intrattenne con i coetanei Alberto Altana, Osvaldo Piacentini, Corrado Corghi, con esponenti di primo piano della lotta resistenziale e con leaders politici dell’immediato dopoguerra, ma anche con autori emergenti di quegli anni e con la donna amata negli ultimi mesi della sua vita. Risalta anche l’influsso che hanno avuto, nella sua formazione, esponenti di rilievo della cultura dell’epoca (Giuseppe Zonta, Virginia Guicciardi Fiastri, Emilio Cecchi e Attilio Bertolucci), la frequentazione della Libreria “Nironi e Prandi” e le relazioni che instaurò con Lando Orlich, Helly Vebri, Gino Bedeschi, Alcide Spaggiari, Anna Cantoni, Rodolfo Macchioni Jodi, Giannino Degani e un affiatato gruppo di amici.

Gli elenchi con i nomi delle persone, dei luoghi citati e dei testimoni che hanno fornito informazioni sulla vita e sulle attività dello scrittore forniscono conferme sulla veridicità della narrazione.

L’opera è corredata da foto d’epoca e da illustrazioni di Elisa Pellacani.

 

 

Caffè del Giovedì 14 ottobre

Giovedì 14 Ottobre 2021 ore 18,30
Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Concerto allievi Istituto Superiore di Studi Musicali
“Achille Peri – Claudio Merulo”

PROGRAMMA

Johann Sebastian Bach
(Eisenach, 31 marzo 1685 – Lipsia, 28 luglio 1750)

Chaconne dalla Partita n. 2 in re minore
per violino solo, BWV 1004
Agnese Rava – violino

* * *

Eugène Ysaÿe
(Liegi, 16 luglio 1858 – Bruxelles, 12 maggio 1931)

Due tempi dalla Sonata per violino solo
Federica Giani – violino

Caffè del Giovedì 7 ottobre

Giovedì 7 Ottobre 2021 ore 18,30
Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Scultore
GRAZIANO POMPILI
presenta le sue opere

Introduzione a cura di Mons. Tiziano Ghirelli

 

Concerto 30 settembre

Giovedì 30 settembre 2021 ore 21,00
Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Concerto per Pianoforte

Andrea Dembech
IL TESTAMENTO PIANISTICO DI BEETHOVEN

PROGRAMMA

L.v.BEETHOVEN (1770 – 1827)

 Sonata op.109 in mi maggiore
Vivace, ma non troppo
Prestissimo
Gesangvoll, mit innigster Empfindung.
Andante molto cantabile ed espressivo

Sonata op.110 in la bemolle maggiore
Moderato cantabile, molto espressivo
Allegro molto
Adagio, ma non troppo
Fuga. Allegro, ma non troppo

  Sonata op.111 in do minore
Maestoso. Allegro con brio ed appassionato
Arietta. Adagio molto semplice cantabile

 

Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti entro mercoledì 29.09.2021,
con priorità ad Associati FAR-SR.

Prenotazione telefonare al 339 79 36 725 o al 339 29 97 915

Concerto 23 settembre

Giovedì 23 settembre 2021 ore 18,30
Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Concerto del DUO

Liù Pelliciari – violino
Benedetta Bucci – viola

PROGRAMMA

W.A.MOZART (1756-1791)

DUO NR. 1 K 423
allegro
adagio
rondeau

 DUO NR. 2 K 424
adagio
allegro
andante cantabile
tema con variazioni:
andante grazioso

J.HALVORSEN: PASSACAGLIA

 

Conferenza per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

Mercoledì 15 settembre 2021 ore 18,30
Sala degli Specchi – Teatro Valli, Reggio Emilia

Celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

VIAGGIANDO TRA LE MONTAGNE DI DANTE

Conferenza del prof. GIULIO FERRONI
Emerito dell’Università La Sapienza di Roma

e con la partecipazione di:
Faustino Stigliani – letture testi di Dante
Paolo Simonazzi – ghironda
Emanuele Reverberi – viella
musiche del XIV secolo

Ingresso libero su prenotazione (tel. 339 7936725 oppure 339 2997915)
entro il 10 settembre e fino ad esaurimento posti

Caffè del Giovedì 1 luglio

Giovedì 1° luglio 2021, ore 18.30

Cortile Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

AL FALISTRE E I FULMINANT
Coro femminile di canti popolari e musica

Ideato e diretto da
Mara Redeghieri

 

Premio Arti e Scienze Reggiane

PREMIAZIONE FAR-Studium Regiense
“Arti e Scienze Reggiane”
Ia edizione

17 giugno 2021
Aula Magna Università di Modena e Reggio Emilia

 La Cerimonia ha visto la premiazione di quattro concittadini che si sono particolarmente distinti, specie a livello internazionale, nei settori delle Arti e delle Scienze.

VASCO ASCOLINI, Fotografo

La sua fotografia, che si distingue per il tratto scuro, nero, in contrasto con il bianco, ha avuto riconoscimenti, con l’ esposizione e conservazione di sue fotografie,   a New York, presso il MOMA ed il Metropolitan Museum, al Guggenhiem Museum,  al Lincoln Center Public Library, alla Università del Texas, alla Fondazione Italiana per la fotografia di Torino, alla Bibliothèque Nationale de France, al Musèe Carnavalet, al Tokio College of Photography in Giappone ed al Victoria&Albert Museum di Londra. Ha avuto ulteriori riconoscimenti prestigiosi, quali la nomina a “Chevalier de l’Ordre des Artes et des Lettres” dal Ministero della Cultura Francese e la Grande Medaglia della Città di Arles. Con la sua arte ha contribuito a valorizzare la città di Reggio Emilia nel mondo.

Motivazione della premiazione
Per la lunga ed intensa attività nel settore della fotografia e per i riconoscimenti significativi in Italia ed all’Estero.

 

ROBERTO OROSEI, Astrofisico

Laureato a pieni voti, con lode, in Astronomia presso l’Università di Bologna, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Telerilevamento presso l’Università La Sapienza di Roma. E’ Primo ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica e Docente a contratto all’ Università di Bologna. E’ stato Ricercatore presso l’Istituto di Astrofisica Spaziale del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e Research Fellow presso lo European Space Research and Technology Centre dell’European Space Agency. Ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali per il suo lavoro nel campo delle scienze spaziali ed è stato relatore al Nobel Week Dialogue a Stoccolma nel 2018. E’ Principal investigator del radar italo-americano MARSIS a bordo della sonda europea Mars Express, le cui osservazioni hanno reso possibile la scoperta dell’acqua su Marte dopo quasi dieci anni di lavoro di un gruppo di ricercatori italiani da lui guidato.

Motivazione della premiazione
Per avere guidato il gruppo che ha identificato la presenza di acqua liquida sotto la calotta polare meridionale di Marte, una scoperta che apre alla possibilità che la vita possa essere presente sul pianeta rosso. Questo risultato ha dato lustro e rinomanza internazionali alla comunità scientifica italiana e ha implicazioni che riguardano non solo l’esplorazione del sistema solare, ma anche la ricerca della vita su pianeti di altre stelle, e per questo costituisce un tassello nel mosaico della comprensione dell’origine e del destino della nostra specie.

LIU’ PELLICIARI, violinista

Diplomata a pieni voti con lode al Conservatorio G. Nicolini di Piacenza e al Konservatorium Wien Privatuniversitaet, sotto la guida di P. Vernikov, dove ha conseguito il titolo di Master of Arts. Perfezionatasi poi all’Accademia W. Stauffer, con la direzione di Salvatore Accardo e all’Accademia Chigiana di Siena, dove ha ricevuto il Diploma di Onore. E’ vincitrice di numerose borse di studio e di primi premi in concorsi nazionali ed internazionali ed è inoltre divenuta artista associato presso la Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Bruxelles. E’ docente di musica da camera.

Motivazione della premiazione
Per le sue qualità artistiche e per aver contribuito a costituire nel 2015 il prestigioso Quartetto Adorno, del quale fa parte insieme ad altri tre validi artisti, dando continuità al celeberrimo Quartetto Italiano nato nella nostra città.

 

PAOLO STORCHI, Archeologo

Laureato a pieni voti, con lode, la laurea in lettere classiche curriculum archeologico e la specialistica in “Archeologia e Cultura del Mondo Antico” presso la Facoltà di lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Si specializza, ottenendo sempre il massimo dei voti e la lode, presso la Scuola di Dottorato di Archeologia della Università Sapienza di Roma. Professore di “Archeologia del Paesaggio” presso la Facoltà dei Beni culturali dell’Università di Bologna, campus di Ravenna.

Tra le scoperte più importanti si annoverano:

– quella del Teatro di Euripide a Pella e di un teatro ed anfiteatro a Calcide entrambe in Grecia;
– quella dell’antico centro celtico e città di “Tannetum”, tra Taneto e S. Ilario d’Enza;
 – l’individuazione di uno fra i più antichi castelli d’Italia insieme alla scoperta degli scacchi islamici negli scavi del Castellazzo.
Ha contribuito a far conoscere queste scoperte in rinomati Atenei italiani ed esteri valorizzando conseguentemente anche la nostra città.

Motivazione della premiazione
Per avere scoperto alcuni siti archeologici importanti sia nel reggiano sia a livello internazionale ed aver contribuito alla valorizzazione culturale del nostro territorio e di alcuni comuni italiani specie nella Marche e nel Piacentino.

 

Altre foto della premiazione


 

Premio Arti e Scienze Reggiane

Giovedì 17 giugno 2021 ore 18,30

Aula Magna «Pietro Manodori»
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA
Via Allegri, 9 | Reggio Emilia
PREMIO
ARTI e SCIENZE REGGIANE
Ia EDIZIONE

La Cerimonia prevede la premiazione di quattro concittadini che si sono particolarmente distinti, specie a livello internazionale, nei settori delle Arti e delle Scienze.

INGRESSO LIBERO

Prenotazione fino ad esaurimento posti entro martedì 15.06.2021, con priorità ad Associati FAR-SR.

Per prenotazione posti telefonare al 339 7936725 o al 339 2997915 

Caffè del Giovedì 10 giugno

Giovedì 10 giugno 2021, ore 18.30

Cortile Teatro San Prospero via Guidelli,5 – Reggio Emilia

Istituto Superiore di Studi Musicali
“Achille Peri – Claudio Merulo”

Classe di musica da camera
con chitarra

prof. Claudio Piastra

Claudia Piga – flauto
Timothy Rondanini – chitarra
Serena Fazio – soprano
Francesco Spina – chitarra
Letizia Spaggiari – flauto
Leonardo Pini – chitarra

Musiche di:

Joaquin Rodrigo
W.A. Mozart
A. Traeg
Manuel del Falla
Pëtr Il’ič Čajkovskij
Jacques Ibert
Eugène Bozza
Heitor  Villa-Lobos
Gioachino Rossini

Ingresso libero, con priorità ad Associati Far-SR, fino ad esaurimento posti entro mercoledì 9 giugno 2021.
Per prenotare telefonare al n.3397936725 o al n.3392997915

Page 1 of 2912345...1020...Last »
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Youtube